Un viaggio esperienziale per conoscere l’Italia e il mondo attraverso l’universo del vino

CONFIDENTIAL

Cuori diVini

Una cosa posso dirvi: dovete essere liberi

da | 22 Giu 2020 | Confidential

L’enologo che ama i Beatles e detesta i vini senza acidità. L’uomo coraggioso che ha saputo scegliere liberamente, un professionista che insegue ogni giorno i propri sogni. Marco Mascellani è uno spirito umile ma coraggioso, consapevole delle sue potenzialità. Il primo incontro con lui in Puglia, quando seguiva l’azienda Leone De Castris. L’ho apprezzato da subito per la sua allegria e passione, ma soprattutto per il suo spirito libero e ambizioso. Da ogni persona che incontriamo nel nostro percorso abbiamo qualcosa da imparare. E voglio dire a Marco cosa ho imparato da lui proprio con una frase della canzone “Come together” dei suoi amati Beatles: «One thing I can tell you is you got to be free» (“Una cosa posso dirvi: dovete essere liberi”). Questo è un mio dogma di vita, ora.

CHI È MARCO MASCELLANI?

È un ragazzo nato a Roma 39 anni fa. A 18 anni mi sono avvicinato al mondo del vino in Umbria, lavorando nel ristorante di famiglia. Mi sono talmente appassionato che ho deciso di iscrivermi all’Università di Perugia, alla facoltà di Agraria ed Enologia. Sono riflessivo, non istintivo, ma porto avanti le mie idee con convinzione. Mi dicono che sono simpatico. Adoro la compagnia, il mare e il lavoro dell’enologo. 

COSA RAPPRESENTA IL VINO NELLA TUA VITA?

Il vino mi ha assorbito completamente. Fare vino e vivere ormai per me sono due cose simbiotiche. Il vino è un elemento importante di aggregazione, il protagonista del piacere di stare insieme. Il vino è la storia delle persone, dei territori…quante scoperte umane e paesaggistiche ho fatto grazie al mio lavoro.

COS’È PER TE LA VITA?

È la famiglia. Vivere bene è stare con mia moglie e i miei figli. Il piacere di stare bene a casa. La vita è un passaggio, quando la viviamo non ce ne rendiamo conto, e a volte la sprechiamo.

QUAL È LA TUA REGIONE DEL CUORE?

Sicuramente la Puglia, perché mi ha adottato e mi ha fatto crescere. In Puglia sono anche nati i miei figli.

CI CONOSCIAMO ORMAI DA ALCUNI ANNI. QUALE VINO MI DEDICHERESTI?

Direi il “Physis”, il nuovo Grillo dell’azienda Menhir. Un vino bianco vinificato in rosso. Delicato e forte nello stesso momento.

UN GIOVANE PRODUTTORE CHE STIMI?

Luigi e Valentina Di Camillo della tenuta Fauri in Abruzzo. Sono dei veri professionisti.

QUAL È LA CANZONE PIÙ BELLA DI TUTTI I TEMPI?

“A day in the life” dei Beatles, il gruppo più forte e dirompente di tutti i tempi. Questa canzone è l’unica fatta insieme da John Lennon e Paul McCartney

QUAL È LA TUA ATTRICE PREFERITA?

Scarlett Johansson: bella, brava, trasversale, diretta e fantastica.

COS’È LA BELLEZZA IN UNA DONNA?

Il cervello, l’intelligenza. L’attrazione vera è quella cerebrale.

UN PROFESSIONISTA DEL VINO CHE AMMIRI?

Riccardo Cotarella, da lui ho imparato molto; Luca Gardini, un talento indiscutibile; Armando Castagno, che entra nel vino prima di raccontarlo.

HAI UN RIMPIANTO NELLA TUA VITA?

No, non ne ho perché anche dal negativo ho portato a casa un’esperienza.

SIAMO IN ESTATE: BOXER O SLIP?

Boxer senza dubbio.

QUAL È LA TUA CERTEZZA NELLA VITA?

La mia famiglia. Amo mia moglie Laura. Lei è empatica, prende tutti a cuore, è tenace e determinata.

HAI PARTECIPATO AD ENTRAMBE LE EDIZIONI DEGLI AWARDS FOOD AND TRAVEL ITALIA. IL 2 OTTOBRE AVREMO LA TERZA EDIZIONE. COME DESCRIVERESTI L’EVENTO?

Sfarzoso e concreto nello stesso tempo. In una parola, imperdibile.

UN AUGURIO CHE VUOI FARE A WINE AND TRAVEL?

Di diventare il più importante ed efficace strumento di comunicazione nel più breve tempo possibile.

Pin It on Pinterest

Share This