18.8 C
Milano
22 Maggio 2024

Un Vinitaly plurimedagliato per Col Vetoraz

Author:

Category:

ADVspot_img

Tra brindisi superiori e abbinamenti preziosi, 93 punti dal 5StarWines e altri due trofei dal concorso IWC al Valdobbiadene DOCG Superiore di Cartizze.

Un rientro plurimedagliato quello di Col Vetoraz dall’edizione 55 di Vinitaly. Trionfo per il Valdobbiadene DOCG Superiore di Cartizze, che ha ottenuto ben 93 punti dal 5StarWines e ha conquistato il Trophy e la Medaglia d’Oro all’IWC International Wine Challenge.  

Allo stand si è registrata una forte presenza di operatori di settore e di wine lovers oltre all’immancabile nutrita rappresentanza di giornalisti della stampa nazionale ed internazionale e amici, intervenuti per condividere le giornate di lavoro alzando i calici all’insegna dell’eccellenza made in Italy. Quattro giorni durante i quali Col Vetoraz ha raccontato attraverso le sue inconfondibili bollicine, la storia di una famiglia, i Miotto, e di un profondo senso di appartenenza territoriale con una terra eletta e unica, quella del Valdobbiadene DOCG dove tutto è Superiore, perché coltivato con rispetto, amore e cura e dove ogni vendemmia viene condotta rigorosamente a mano.  

Caviale

  

Quest’anno lo chef Paolo Speranzon della Locanda San Martino di Chies D’Alpago (BL) con la collaborazione dell’azienda trevigiana Caviar Giaveri, ha portato una ventata di preziosità presentando uno speciale amuse-bouche a base di: spuma di patate d’Alpago e sedano rapa con panna acida e caviale White Sturgeon Deluxe proveniente dallo storione bianco. Piatto dal gusto raffinato, rotondo e persistente in bocca in modo elegante, che per l’occasione è stato abbinato al Valdobbiadene DOCG extra brut Cuvée 5 (appena insignito del Master al concorso di The Drinks Business) e al Valdobbiadene DOCG extra dry Cuvée 13.

Valdobbiadene DOCG extra brut Cuvée 5

Valdobbiadene DOCG extra brut Cuvée 5

Valdobbiadene DOCG extra dry Cuvée 13

“Una sfida per noi – ha spiegato Loris Dall’Acqua, enologo e amministratore delegato – questo abbinamento con due vini che nella loro diversità, un basso residuo zuccherino nella Cuvée 5 che ha un gusto secco pur mantenendo rotondità, un maggiore residuo zuccherino nella Cuvée 13 che mantiene linee asciutte conservando armoniosità, hanno saputo esprimere una grande trasversalità tenendo egregiamente testa alle note raffinate ed eleganti presenti nel piatto”. 

Alla postazione di Col Vetoraz, come di consueto, erano in degustazione l’intera gamma di spumanti;

  • il VALDOBBIADENE DOCG Superiore di Cartizze, il VALDOBBIADENE DOCG Millesimato dry –  Medaglia d’Oro al The Prosecco Master di The Drink Business
  • il VALDOBBIADENE DOCG Brut, iVALDOBBIADENE DOCG Extra Dry – Medaglia d’Argento al The Prosecco Master di The Drink Business
  • il VALDOBBIADENE DOCG Brut ‘Dosaggio Zero’ognuno dei quali interprete del grado più elevato di eccellenza all’interno della DOCG, denominazione nella quale Col Vetoraz continua orgogliosamente a detenere un primato distintivo per l’altissimo livello qualitativo della sua produzione.

Photo gentilmente concesse dall’azienda

Redazione
Redazione
Wine and Travel

i nostri suggerimenti

Ti potrebbe anche interessare

it_ITItalian
Verified by MonsterInsights