Un viaggio esperienziale per conoscere l’Italia e il mondo attraverso l’universo del vino

CONFIDENTIAL

Cuori diVini

Luca Gardini, voglia di sognare

da | 30 Apr 2020 | Confidential

Ci sono persone che vanno raccontate in maniera più personale per capirle fino in fondo, proprio come Luca Gardini.

Luca Gardini, il purosangue italiano che nel 2010 ha ricevuto il titolo come Miglior Sommelier al Mondo oggi affascina il grande pubblico con il suo modo vero, semplice ed immediato di raccontare il vino. Romagnolo, schietto, energico e diretto: mi piace definirlo un “puro di cuore”. E chi ha avuto la fortuna di conoscerlo veramente la pensa come me. Perché ho scelto questo titolo per parlare di lui? Per l’amore che accomuna me e Luca per Marco Pantani, per le coincidenze della vita che ti portano a sentirti vicina a una persona emozionalmente, per la solitudine che a volte può accompagnare i più grandi campioni. E lui è veramente un campione, un genio limpido e generoso che ha vinto con la volontà. E ha raggiunto i vertici da solo, con sacrificio. Il talento, come dice lui, senza sacrificio non è niente. Il 23 è il suo numero portafortuna, tatuato sul suo corpo insieme ad una coccinella.

CHI È LUCA GARDINI?

Che strano parlare di se stessi… Sono un romagnolo pazzo, un genio folle, ma limpido e generoso. Un tenace determinato con un grande palato. Amo la compagnia, le persone, mi piace fare casino.

CHI È L’UOMO A CUI DEVI DI PIU’?

Prima di tutto mio padre, il mio primo maestro di vita. Poi devo molto a Giorgio Pinchiorri, patron dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze, ristorante con cantina considerata tra le prime al mondo. Basilare anche per la mia crescita professionale e umana Carlo Cracco, lo chef che ha saputo capire il mio carattere e che mi ha dato i suggerimenti giusti.

CHI È LA DONNA A CUI DEVI DI PIU’?

Sicuramente mia moglie, perché mi sopporta, perché capisce il mio essere… e mi ha dato tre figli bellissimi. Con Lei abbiamo un progetto di vita.

COS’È PER TE IL VINO?

Un salvavita, il mio lavoro. Io il vino lo bevo. Figurati che la mia iniziazione è stata a dieci anni con mio padre, col Sangiovese bevuto direttamente dalla canna in una cantina. Il vino è passione, condivisione, riesce a raggruppare il mondo, ma è anche sacrificio. Ho la fortuna di avere una grande memoria olfattiva. E istinto: un vino lo capisci nei primi 30 secondi.

IL TUO OBIETTIVO?

Diventare l’opinion leader più importante al mondo in materia, coinvolgendo e appassionando gli interlocutori italiani ed internazionali.

PERCHÈ HAI ACCETTATO DI FAR PARTE DEL TEAM DI WINE AND TRAVEL?

Quando mi hai chiamato ho sentito la tua voce squillante, passionale, e ho pensato “Questa è come me”. E poi hai scelto un team eccezionale.

CHE AUGURIO VUOI FARE AL PROGETTO WINE AND TRAVEL?

Di diventare i numeri uno al mondo e che la gente ci dica che siamo veramente dei fighi.

“Il poeta è colui che con le parole incanta l’animo e fa battere il proprio cuore e quello altrui.”

Queste parole di Benigni credo siano il giusto riassunto di quello che penso di Luca Gardini… il poeta del vino.

Pin It on Pinterest

Share This