Luigi Valori, chiamatelo quando piove

da | 22 Apr 2021 | Confidential, News

Luigi Valori

Luigi Valori, un cognome che è tutto un programma.

Un uomo “irresistibile”, che ti cattura il cuore dopo poche parole. Innamorato delle sue vigne, da cui si stacca solo quando piove e non può lavorare. Dal 1996 produce con straordinaria passione e attaccamento alla terra vini autentici, frutto di un rapporto senza filtri tra l’uomo, le piante e il territorio che li produce. Ha iniziato a fare vino quasi per gioco, ma in poco tempo ha trasformato un’attività ludica in un lavoro fatto di passione, dedizione e sfida continua. Il perno del lavoro di Luigi Valori è il principio che la vigna, come l’uomo, ha bisogno di soffrire per dare il meglio di sé; di essere portata al limite della coltivazione per generare uve di grande qualità ed equilibrio, e quindi vini straordinari. “Lavorare nel vigneto è stata l’esperienza di crescita umana più straordinaria della mia vita, perché mi ha insegnato a conoscere i miei limiti, prima ancora che a fare vini eccellenti”. Questo è il motto della sua vita e il suo modo di lavorare.

CHI È LUIGI VALORI?

Sono una persona innamorata che ad un certo punto della sua esistenza, nel 1997, abbandona la sua vita precedente per dedicarsi alla vigna. Ho comprato tre ettari di terreno e ho cominciato a lavorare, innamorandomi ogni giorno di più, sentendo crescere in me la passione per la terra e il vino.

COME NASCE LA COLLABORAZIONE CON MASCIARELLI TENUTE AGRICOLE?

Quando ho cominciato a fare vino mi sono reso conto di quanto la viticoltura in Abruzzo fosse ancora rudimentale, poco sviluppata. Tutto era tradizionale, senza nessun ammodernamento.  Ma fu  proprio l’incontro con Gianni Masciarelli a dare una svolta al mio modo di concepire il vino. La sua passione, il suo entusiasmo, la sua energia umana, la sua vision hanno aiutato anche me a superare i limiti della viticultura come fino ad allora concepita.  Grazie a lui ho imparato che il vino è un elemento concreto, che rispecchia sempre la personalità e l’impegno di chi lo produce. Ho condiviso l’intuizione di Masciarelli di applicare i concetti di vitivinicoltura appresi in Francia alla tradizione della viticultura abruzzese, rivoluzionando il modo di coltivare, potare le viti e produrre vino, rispetto alla tradizione e al concetto enologico di quei tempi, non solo in Abruzzo ma anche in Italia. E inoltre, entrando nella Masciarelli Distribuzione – specializzata nella selezione, importazione e distribuzione in Italia di vini di alta gamma provenienti dalle aree enologiche più interessanti d’Europa, oggi ribattezzata “Gianni’s Selection” – ho avuto veramente tanti vantaggi.

IL CLAIM DELLA LINEA VALORI È “CHIAMAMI QUANDO PIOVE”. PERCHÈ QUESTA SCELTA?

Passo la maggior parte della mia giornata in vigna: quando ricevo una telefonata, infatti, rispondo sempre “Oggi il tempo è buono, chiamami quando piove”. Ad un certo punto, nel 2017, si dovevano rifare le etichette dei Vini Valori e il grafico continuava a chiamarmi per espormi le sue idee, ottenendo la mia solita risposta: “Chiamami quando piove”, cioè quando non si può lavorare in vigna.  Questa frase è stata ripresa dal grafico, insieme all’immagine di un ombrellino, ed è nato così il claim dei Vini Valori.   Un messaggio chiaro, conciso, che coglie in modo illuminante la necessità dell’uomo di adeguarsi ai tempi della natura e, in particolare, il mio approccio a un’agricoltura integrata e consapevole, che rispetta l’ambiente, segue e si adatta ai suoi ritmi  – più che a quelli del consumo – e che solo in base a quelli definisce le sue priorità.  Il risultato è un’etichetta raffinata, di gusto minimal e notevole per impatto visivo. Nel 2019, le etichette hanno anche ricevuto il premio Top Award Fedrigoni per concept, creatività e originalità.

TRE AGGETTIVI PER DESCRIVERE I TUOI VINI.

Direi equilibrati (armonia tra gli elementi che li compongono), freschi (piacevoli al palato) e fruttati:  il Montepulciano ha un frutto straordinario, ma nella zona teramana in cui io opero ha un gusto ancor più particolare.

CHI L’HA ISPIRATA E CHI LA ISPIRA NEL SUO LAVORO?

Sempre la mia passione… e questa è una grande fortuna: fare quello che mi piace fare.

DEDICHIAMO UN VINO AD UNA DONNA. QUALE VINO E QUALE DONNA?

Scelgo il Cerasuolo, vino dal colore delicato, ammiccante, quasi sexy. Un vino che abbinerei alla grande Anna Magnani, una donna straordinaria con un grande carattere,determinata.

ECOSOSTENIBILTÀ COSA SIGNIFICA PER TE?

Ho sempre cercato di abbinare qualità e rispetto per l’ambiente. Infatti, a breve, l’intera produzione dell’azienda Valori sarà biologica. Questa scelta nasce proprio dalla mia filosofia di vita: prestare attenzione agli altri e al futuro degli altri. Solo così è possibile capire i nostri limiti e capire i limiti che ci impongono la natura, la vigna. L’agricoltura non deve inquinare il mondo, quindi bisogna mettere in atto misure ecocompatibili ed ecosostenibili in ogni fase della produzione. Perché il mondo deve durare.

QUAL È LA CANZONE DEL CUORE DI LUIGI VALORI?

“Siamo Dei” di Lucio Dalla. Una canzone degli anni Ottanta che fa riflettere e ridere contemporaneamente.

Pin It on Pinterest

Share This