Un viaggio esperienziale per conoscere l’Italia e il mondo attraverso l’universo del vino

La sala per Alessandro Pipero

11 Apr, 2020

«L’accoglienza è uno stile di vita» o ce l’hai o non ce l’hai.

I primi minuti sono quelli fondamentali.

Sono quelli in cui si instaura il rapporto tra cliente e ristoratore e in cui la giusta dose di cordialità pone le basi per lo svolgersi di una serata positiva e soddisfacente per entrambi.

È consuetudine per noi, da Pipero, appena un ospite si siede a tavola, offrire pane caldo, sale e olio in modo da mettere il commensale a suo agio e fargli mangiare qualcosa ancor prima di aver ordinato una portata.

Offrire un cestino di pane, un amuse bouche, un calice di bollicine, sono piccoli accorgimenti,strategie, che permettono di creare subito con i clienti un rapporto di fiducia e buon umore e che pongono le basi per una serata di sicuro successo.

Quello della Sala è un lavoro bellissimo ma molto impegnativo sotto diversi punti di vista: fisico, psicologico ed emotivo.

Un bravo uomo di sala, che sia un cameriere, un maitre, un sommelier o quant’altro, oltre alle qualità professionali, quali la conoscenza delle materie prime, delle tecniche di servizio, delle lingue straniere, deve essere dotato anche di straordinarie capacità di empatia con le persone e psicologia verso il prossimo.

Tutti i clienti sono diversi e per ognuno occorre un servizio ed un trattamento ad personam.

Rimane sempre valido il concetto per cui non ci si deve mai sentire “arrivati” e che bisogna essere, ogni volta, pronti a migliorarsi affrontando questo mestiere con umiltà, sacrificio e voglia di mettersi sempre in discussione.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Poker d’Assi 49

Poker d’Assi 49

Nel Poker d’Assi 49 ci muoveremo come di consueto per l’Italia alla ricerca di chicche enologiche extra-ordinarie da raccontarvi.

Pin It on Pinterest

Share This