24.3 C
Milano
18 Luglio 2024

L’ Alto Adige e la vigna delle donne

Author:

Category:

ADVspot_img

In Alto Adige la vigna è inclusiva al femminile e le donne illuminano le vigne con nuove idee, con empatia e grande voglia di fare squadra. La vigna è donna, la vigna è delle donne.

Oggi rispetto al passato sono sempre più numerose le figure femminili in vigna che ricoprono anche ruoli manageriali . La vigna delle donne è laddove ci sono donne che hanno assorbito la passione della famiglia o che hanno una sensibilità innata per capire corpo e anima del vino, dove il corpo sta per suolo, terreno e che “esercitano una leadership più gentile “ si potrebbe dire.

L’Alto Adige ha una molteplicità di terroir, una serie di sfumature intriganti che una donna coglie come quelle di un romanzo. La figura femminile nel mondo del vino dell’Alto Adige ha portato nuova luce nel settore con nuove idee, e nuovo modo di vedere la vite. La vigna delle donne ha una nuova luce.

Abbiamo conosciuto alcune di queste  donne altoatesine che rappresentano parte di quel mondo femminile legato al mondo del vino della vigna delle donne appunto. Un mondo che in Alto Adige è caratterizzato da freschezza e tensione in bottiglia per la diversità del suolo; si passa dal porfido di origine vulcanica (Merano, Bolzano, Caldaro) alla roccia metamorfica di quarzo e mica (Valle Isarco), dal terreno calcareo o dolomitico (Oltradige) alle marne (a sud di Cortaccia). 

I vitigni più diffusi , 65% della superficie coltivata, sono i bianchi:

  • Pinot Grigio – Gewürztraminer ChardonnayPinot BiancoSauvignon 

fra i rossi, i due vitigni autoctoni Schiava e Lagrein,  Merlot Cabernet Sauvignon e Frank

I vini bianchi dell’Alto Adige sono pregiati e eleganti come quelli che abbiamo degustato da Eataly https://www.facebook.com/eataly.milano insieme ai piatti di Viviana Varese e che vi descriviamo qui insieme alle donne che li rappresentano e che rappresentano la vigna delle donne.

Alto Adige Val Venosta DOC Riesling 2022

Tenuta Falkenstein

Il Vitigno di questo vino, il  Riesling viene da un terreno sabbioso intervallato da granito, ardesia, gneiss, quarzo e mica. Le uve di questa eccezionale varietà a bacca bianca vengono raccolte e selezionate a mano. La fermentazione avviene in una  grande botte di legno di acacia per 10 mesi, poi per altri 2 mesi in bottiglia. E’ un vino intensamente aromatico delicatamente minerale, con profumi floreali e aromi di pesca mela verde e albicocca.

Falkenstein come azienda vinicola è nata nel 1995, ma già dal dodicesimo secolo esisteva come l’azienda agricola. I vigneti crescono su terreni sabbiosi e secchi (morene glaciali), ricchi di minerali (gneiss, ardesia, granito, mica e quarzo).

Si abbina bene con il pesce, i  frutti di mare e i cibi asiatici.

Ne vengono prodotte 30.000 bottiglie

E’ Magdalena Partner titolare e responsabile per la vinificazione e il commercio dell’azienda agricola Falkenstein

www.falkenstein.bz
Dopo gli studi in viticoltura ed enologia all’Università of Natural Resources and Life Sciences di Vienna, ha approfondito le sue conoscenze durante soggiorni di lavoro presso aziende vinicole in Italia, Francia, Australia, Austria e Stati Uniti. Ha visto fin da giovane la passione del papà per il vino ma inizialmente non voleva intraprendere una formazione in ambito agricolo.

Alto Adige DOC Sauvignon Blanc Andrius 2022

Nasce da un terreno rossastro e argilloso di roccia calcarea, con stratificazioni di pietra dolomitica bianca 

Vinifica in botti d’acciaio e matura sui lieviti per 6 mesi. Armonioso con una buona acidità è ottimo come aperitivo e si abbina bene ad antipasti di pesce, al sushi, a piatti vegetariani e al formaggio di capra stagionato.

Bottiglie prodotte:12.000

Alexandra  Erlacher è  la direttrice vendite della Cantina Andriano   Andrius dal 2021

Alexandra Erlacher è entrata nel mondo del vino nel 2016. Dopo un’esperienza fantastica in un’azienda sull’ Etna in Sicilia, dove ha lavorato in vigna e in cantina, ha iniziato a lavorare per una cantina in Alto Adige come brand ambassador. 

Cantina Andriano è stata fondata nel 1893 ed è la cantina sociale più antica dell’Alto Adige

Nel 2008 si è fusa alla rinomata Cantina Terlano, conservando le specificità dei loro terroir tanto differenti quanto complementari. I vini vengono suddivisi, a seconda della provenienza, della varietà di uva e dei metodi di lavorazione, in due linee: la linea “I Classici” e la linea “Le Selezioni” con protagonisti sia Chardonnay che Merlot, Pinot Nero e Lagrein. Sono circa 80 ettari di vigneti per una produzione annua di 500.000 bottiglie.

www.kellerei-andrian.com

Alto Adige DOC Chardonnay Lafoa 2020 Cantina Colterenzio

Questo vitigno  Chardonnay si trova ad  Appiano su un terreno morenico, sabbioso, ghiaioso. La Cantina Colterenzio, fondata nel 1960 da 26 viticoltori, oggi conta circa 300 soci, di cui 77 donne, molte delle quali ricorrono ruoli di leader.

Lafoa, uno dei vini più importanti della cantina come linea alta gamma, è uno Chardonnay in purezza le cui note olfattive floreali e fruttate si evolvono con aromi più burrosi.

Dopo una fermentazione in barrique fa malolattica in legno e segue un periodo di 10 mesi di affinamento sui lieviti. Ne vengono prodotte 45.000 bottiglie.

Ottimo accompagnamento ai primi piatti tipici della cucina italiana, al pesce grigliato ed ai crostacei o a carni bianche.

Letizia  Pasini, export manager di Colterenzio, è cresciuta sul Lago di Garda tra gli ulivi e le vigne del nonno materno. Legata all’Alto Adige attraverso il ramo paterno della famiglia. Laureata in lingue e letterature straniere, entrata nel mondo del vino circa 20 anni fa con diversi ruoli, e ora è export manager a Colterenzio dal 2010. Formazione con diploma AIS e WSET. Da poco ha iniziato anche un percorso di insegnamento ai corsi WSET. 

www.colterenzio.it

Alto Adige Pinot Bianco DOC Leopoldine 2021 Castel Sallegg

Tenuta Castel Sallegg

Il vitigno è Pinot Bianco che è prodotto a Caldaro, Preyhof, Prey su un terreno  umido, argilloso, ghiaioso-calcareo

La fermentazione avviene  in serbatoi di acciaio inox e 20% in tonneau e barrique francesi con riduzione biologica dell’acido. Fa affinamento sulle fecce fini per 2 mesi e passa a un successivo imbottigliamento e ulteriori 6 mesi di affinamento in bottiglia.

Leopoldine , caratterizzato a metodi tradizionali e artigianali con selezione manuale dai vigneti storici, è  un vino spiccatamente minerale . Al naso prevalgono aromi fruttati con accenno di limone.

La produzione è di 7.200 bottiglie.

Perfetto come aperitivo o per accompagnare piatti saporiti a base di pasta e riso, grigliate di pesce e carne o formaggi dal sapore forte

Ulrike  Platter Bramante è direttrice della Tenuta Castel Sales Dopo gli studi per dieci anni è stata direttrice dell’Associazione “Strada del Vino dell’Alto Adige”. In seguito ha lavorato in diverse aziende nei settori PR & Marketing e vendite. Dal 2021 è Sales manager della Tenuta Castel Sallegg a Caldaro e dal 2023 direttrice dell’azienda (Castel Sallegg – Winery – Suites – Vineria). 

Il proprietario è il Conte Georg di Kuenburg e la tenuta è gestita dalla sesta generazione.

Website:

www.castelsallegg.it

Gewürztraminer Alto Adige DOC Vigna Kastelaz 2021

Cantina Elena Walch

La storica cantina, le cui origini risalgono al 1869, oggi alla quinta generazione, racchiude in sé l’equilibrio perfetto fra tradizione, modernità e innovazione. Obiettivo di sempre: produrre vini di gran qualità espressione del terroir.

Il terreno di provenienza è calcareo, con venature di sabbia e strati rocciosi di granito e porfido

Fa fermentazione in acciaio e un lungo affinamento sui propri lieviti („sur lie“).

Il Kastelaz, nasce in un vero cru della tenuta. Un vino bianco aromatico che sa esprimere al meglio il territorio attraverso aromi re profumi di frutta gialla, rosa, erbe aromatiche, scorza di lime  e spezie.

La produzione è di 14.000 bottiglie

Si abbina molto bene a molluschi, scampi e aragoste, piatti della cucina orientale e formaggi erboranti

Screenshot

Karoline Walch gestisce dal 2015 l’ azienda a Tramin (Bz) insieme alla sorella Julia. La mamma Elena sia donna prodotto che brand manager era negli anni 80 una perla rara, una pioniera della vigna delle donne in quanto donna in un mondo molto maschile, che ha contribuito alla crescita qualitativa del vino in Alto Adige. Karolina ha “naturalmente” assorbito la vision femminile in vigna.

La “vocazione” di Karolina per il mondo del vino dopo  gli studi in Business Administration e un  Master in “Wine Business” in Australia  l’ha spinta ad ottenere il Diploma WSET, conseguito nella sede di Rust, in Austria, dove le è stato riconosciuto anche il titolo di Weinakademiker.

www.elenawalch.com 

Alto Adige DOC Gewürztraminer Auratus 2022

Tenuta Ritterhof

Un Gewürztraminer che viene da un terreno argilloso.

Le uve Gewürztraminer vengono raccolte manualmente fanno macerazione a freddo prima della fermentazione in acciaio.

Auratus è un vino molto aromatico con note di frutta tropicale sambuco aneto e salvia.

Tenuta Ritternhof è stata  fondata nel 1968 e dal 1999 è di proprietà della famiglia Roner, la distilleria più premiata d‘Italia.

Bottiglie prodotte: 8.000

Indicato come aperitivo e si abbina superbamente a piatti speziati, paté di fegato, cucina asiatica.

Eva Kaneppele è la titolare di  Ritterhof 

E rappresenta la quarta generazione della famiglia Roner. Eva, che è anche presidente de “La Giovane Economia” dell’Alto Adige gestisce la tenuta con la stessa passione che ha coinvolto la sua famiglia negli anni 

www.ritterhof.it

Contatto:

Consorzio Vini Alto Adige

Via Crispi, 15

I-39100 Bolzano

Tel. 0471 978 528

info@vinialtoadige.com

www.vinialtoadige.com

i nostri suggerimenti

Ti potrebbe anche interessare

it_ITItalian
Verified by MonsterInsights