Il turismo toscano riparte dal vino

da | 12 Dic 2020 | News

turismo

LE GRANDI DENOMINAZIONI DEL VINO DELLA TOSCANA UNITE PER RILANCIARE IL TURISMO 

Per riattivare il turismo si punta a un grande evento, a fine maggio, voluto dai Consorzi di Tutela .

In coordinamento, naturalmente, con la Regione Toscana.

50.000 degustazioni in abbinamento a cibi e piatti tipici per richiamare il turismo europeo e accendere i riflettori sulla Toscana.

È fondamentale riattivare il turismo – interno ed europeo – verso la Toscana che possiede risorse territoriali e enogastronomiche straordinarie e di grande appeal.

La filiera del vino lavora ad una strategia per sollecitare i consumi in modo da avviare la ripresa, focalizzandosi sulla necessità di essere sempre più attrattivi sul mercato e investendo sul connubio enogastronomia e turismo.

Per il 26% dei turisti l’enogastronomia è la prima motivazione di viaggio in Italia e nel 2019 il 90% dei turisti ha fatto almeno un’esperienza enogastronomica*.

“Stiamo proponendo  alla Regione di rimettere in moto in maniera coesa la grande macchina enoturistica Toscana con un grande evento che si rivolga al consumatore, in calendario a fine maggio ”, racconta Francesco Mazzei.

Francesco Mazzei, in veste di presidente di A.VI.TO,  l’Associazione Vini Toscani DOP e IGP che riunisce 22 Consorzi Vitivinicoli, esplicita la necessità e l’urgenza della Toscana del Vino di voler rilanciare il territorio come “destination” per un target di consumatori medio e alto.

“L’enoturismo è il volano per riattivare i flussi di visitatori, intensificando le possibilità commerciali dei nostri vini a livello nazionale e internazionale, dopo la battuta d’arresto dovuta all’emergenza sanitaria”, spiega Donatella Cinelli Colombini, vice-presidente di A.VI.TO.

Si punta a coinvolgere 1000 cantine e 5000 tra ristoranti e enoteche, oltre a tutto il sistema ricettivo tra alberghi, B&B e agriturismi.

Firenze potrebbe essere il fulcro dell’iniziativa con una proposta speciale pensata per offrire una total wine experience unica agli appassionati.

*fonte Roberta Garibaldi, 2020

Pin It on Pinterest

Share This