Il Sagittario, viaggiatore per eccellenza

da | 28 Nov 2020 | Astrowine, News

Il Sagittario

Al Sagittario si può togliere tutto, ma non i suoi giretti per il mondo, perché potrebbe dare di matto e diventare quello che non è: cattivo.

Soprattutto se il Sagittario ha bei pianeti nel segno confinante e precedente, il tenebroso Scorpione.

Che si sa, non brilla mai per animo tenero.

Lui, invece – il Sagittario – è generalmente un generoso, un filantropo (a meno appunto di pesanti valenze scorpioniche, o da Capricorno).

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL SEGNO

La sua caratteristica principale, come già detto, è l’amore per i viaggi e il movimento nel suo complesso.

Ecco perché il nativo di questo segno è quasi sempre un viaggiatore nato, oppure uno sportivo provetto.

Ed ecco perché di questi tempi mastica piuttosto amaro, con la pandemia a bloccare gli spostamenti di ogni risma e grado, ahilui/ahilei.

Viaggi vietati e piccoli movimenti pure: una vera iattura per chi, mentre non è ancora finita l’avventura in qualche Paese che più esotico non si può, ne sta già programmando un’altra.

Magari anche alla scoperta di zone enologiche nuove, perché no?

Ma ora non si può.

Così, se vi capiterà di vedere pazzi furiosi che si allenano altrettanto furiosamente nei parchi, in questi giorni, sappiate che si tratta appunto in molti casi di questi munifici figli di Giove, l’augusto governatore che conferisce loro grande incapacità di stare fermi.

Fisicamente, certo –  i Sagittari sono sempre alla caccia di modi per sfogare tutto quel Fuoco che li anima, il loro elemento – ma anche mentalmente.

Irrequieti e in cerca di stimoli sempre nuovi, i Sagittari, se non possono muoversi materialmente, provano spesso a spegnere quel fuoco inestinguibile addentrandosi nello studio di materie e discipline alternative: la nona casa, quella che li rappresenta nel panorama dei domicili zodiacali, è infatti il campo delle esplorazioni fisiche, cioè dei viaggi, ma anche del girovagare tra le dimensioni “altre”. 

D’altronde Giove costituisce tra le altre cose l’emblema dell’autorità spirituale, ma – come ci insegna il Mito – è anche un irriducibile gaudente, un estimatore dei piaceri della vita..

Dunque, in caso di mancato self control, il nativo di questo segno può diventare uno sfrenato abitatore dell’universo degli eccessi, di qualsiasi natura essi siano.

I FAMOSI SAGITTARI

Mangerecci, beverecci e via elencando: Jim Morrison, uno che le dimensioni “altre” le frequentava spesso e volentieri.

Keith Richards, che ad un certo punto ha affermato di essersi sniffato pure le ceneri del padre, salvo poi smentirlo, ma resterebbe in ogni caso uno dei pochi stravizi non sperimentati.

E non trascuriamo Morgan: Capricorno ascendente Acquario, ma con quattro pianeti in decima casa in Sagittario. Tra cui Nettuno: sua realizzazione personale.

Anche il più scalcagnato degli astrologi leggendo il tema natale di quel bambino avrebbe visto un genio ribelle già a 9 anni, vocato per la Musica. Ma attenzione a quella Luna nera poco distante: l’eccesso, appunto. 

E poi Bruce Chatwin, scrittore e giramondo britannico col pallino dell’arte e della bellezza (nato sotto il segno del Toro), ma con la fissa dei viaggi (ascendente a metà tra Scorpione e Sagittario).

E poi Warren Buffett, l’imprenditore ed economista americano famoso anche come “l’oracolo di Omaha”: Vergine, dunque potenzialmente “tirato” con i soldi, ma in realtà filantropo di comprovata generosità grazie appunto a quel suo ascendente Sagittario.

Perché, come già detto, il figlio di Giove è fondamentalmente un buono, uno che ama godere dei piaceri della vita, ma anche donare.

Cosa che al nativo di questo periodo (23 novembre – 21 dicembre) riesce alquanto bene, almeno quanto viaggiar.

Così, visto che in questo periodo si deve stare a casa, suggeritegli/le di leggersi Wine and Travel.

O anche Food and Travel: viaggi, banchetti e libagioni, due delle cose che gli interessano di più.

Chiamatelo scemo. 

Pin It on Pinterest

Share This