Toscana e Brunello, i brand mitici nel vino

da | 26 Apr 2020 | News

TOSCANA, BRUNELLO DUE BRAND CHE NEL VINO SONO UN MITO

Toscana percepita come la miglior regione per i vini rossi e la miglior destinazione enoturistica. Brunello al TOP, costa 382$ a New York e 339£ a Londra.

Se il consumatore italiano pensa a una regione dove il vino rosso è buono, pensa alla Toscana (19%) e solo in seconda battuta al Piemonte e alla Puglia.

TOSCANA PRIMA  PER I VINI ROSSI E COME DESTINAZIONE DI TURISMO DEL VINO

La Toscana vince e soprattutto vince come destinazione di turismo del vino: i connazionali la scelgono al 27%, i tedeschi al 23%, gli inglesi all’11% e gli statunitensi al 10% ma è sempre la prima meta dei wine lovers, mentre al secondo poso si alternano Veneto, Sardegna e Sicilia.

In altre parole nell’immaginario degli appassionati dei calici importanti, la mia regione, è proprio la terra promessa del dio bacco. Una specie di paradiso di paesaggio, grandi assaggi, opere d’arte e cucina che innamora.

MONTALCINO FORTISSIMO IN USA DOVE I ROSSI TOSCANI SONO SUPERATI DA QUELLI PIEMONTESI

Ancora attraverso gli studi di WineMonitor di Nomisma presentati durante Benvenuto Brunello scopriamo che Montalcino e il Brunello sono il suo cuore caldo di questo sentimento.
In grande rosso montalcinese è presente nel 57% delle wine list dei principali ristoranti di New York con un prezzo medio di 382 Dollari. A San Francisco la percentuale scende al 46% e anche il prezzo è leggermente più basso 319 Dollari.
Bisogna sottolineare che nel mercato a stelle e strisce, la Toscana è superata dal Piemonte. Quest’ultima regione è decisamente più presente sulle tavole dei ristoranti che contano ma dopo Piemonte e Toscana, che dominano il panorama dei rossi italiani, c’è quasi il vuoto, con il Veneto decisamente distanziato.

NEL REGNO UNITO LA TOSCANA SPOPOLA E IL BRUNELLO E’ CARISSIMO

Situazione diversa nel Regno Unito dove tuttavia lo strapotere delle cantine francesi è maggiore rispetto a quanto avviene in USA. In UK i cugini d’oltralpe doppiano le nostre esportazioni enoiche in volume e in valore. Per fortuna gli inglesi confermano la loro predilezione per la Toscana anche a tavola e i nostri rossi sono decisamente i più importati. Il Brunello è presente nel 37% delle wine list dei ristoranti con un prezzo medio addirittura più alto di quello USA: 339 Sterline. Prezzi che potrebbero dipendere dalla maggior presenza di bottiglie di annate vecchie e importanti. Infatti la clientela inglese più raffinata ama moltissimo i vini di 20 anni e oltre.

Pin It on Pinterest

Share This