18.2 C
Milano
15 Aprile 2024

Four Seasons Hotel Firenze: la Cocktail Commedia

Author:

Category:

ADVspot_img

Il nuovo menù di miscelati firmato Atrium Bar.

L’Atrium Bar presenta la nuova drink list “La Cocktail Commedia”, la raccolta dei miscelati preferiti (o presunti tali) dei personaggi illustri che hanno animato nei secoli il Palazzo della Gherardesca, casa di Four Seasons Hotel Firenze.


 

La Cocktail Commedia è il risultato dell’ultimo anno di ricerche tecniche di tutta la squadra di Atrium Bar: ci siamo divertiti a immaginare come potevano essere questi luoghi nei secoli scorsi, e quali gusti avessero le persone che hanno abitato il Palazzo. Li abbiamo voluti pensare non troppo lontani dai nostri, amanti dei contrasti anche se ben equilibrati.” commenta Edoardo SandriHead Bartender di Atrium Bar.

Tommaso Ondeggia, Bar Manager e Edoardo Sandri Head Bartender Atrium Bar, Four Seasons Firenze

dieci nuovi cocktail raccontano la vita a Palazzo dal 1473 ad oggi, suddivisi per gradazione alcolica.

Gli analcolici

The Black Cat – Poppy è una gatta nera, sofisticata ed elegante. Nonostante il piccolo collare nessuno conosce i suoi padroni, ed è più volte stata vista passeggiare nel Giardino della Gherardesca indisturbata, dal 2022. Qualcuno dice addiruttura di averla vista sgattaiolare tra i tavoli di Atrium Bar. Tanqueray 0.0, apple maple, pecan, cannella.

The Regular – Neri Cicciaporci è il classico fiorentino nobile decaduto, i vestiti leggermente sdruciti, appartenuti al prozio Lapo, ancora gli donano quel nonsoché di charme. È arrivato a piedi da Santa Maria Novella perchè ci tiene alla salute, ha il vizio del bere ma senza una goccia d’alcol. Martini Floreale, lamponi, menta, Ginger Beer San Pellegrino.

I cocktail a bassa gradazione alcolica
The Piano Man – Maurizio Tomberli è l’unico in grado di far cantare Atrium Bar. Quando c’è lui ogni serata ha un altro colore e gli ospiti che arrivano all’aperitivo spesso vanno da Tommaso e chiedono “Quando arriva Maurizio?”. Disaronno, Tia Maria, mango, latte di cocco, Perrier.

The Self-Made Man – Bartolomeo Scala era semplicemente il figlio di un mugnaio prima di diventare Cancellerie della Repubblica fiorentina per Lorenzo il Magnifico. La sua ascesa lo ha portato a voler scegliere per la sua famiglia una dimora adeguata: è così che venne costruito il Palazzo che oggi è Four Seasons Hotel Firenze. Italicus, mela, Silvery Pekoe White Tea.

I cocktail a gradazione alcolica media
Il Papa – Già nel XVI secolo questo Palazzo era talmente suggestivo da destare gelosie. È così che la proprietà passa nelle mani di Alessandro de’ Medici, poi Papa Leone XI. Alessandro ebbe l’occasione di vivere queste mura molto poco, ma ordinò comunque ai migliori pittori dell’epoca di abbellire le aree comuni con gioiosi putti e grottesche che ancora oggi colorano la Lobby. Altos Plata, mostarda di fichi, more.

Il Volterrano – Al piano nobile del Palazzo si nasconde una delle opere più belle del Volterrano: “La cecità della mente umana illuminata dalla verità”. Chissà se tra una pausa e l’altra Baldassarre veniva già in questo cortile a prendere sollievo con una versione seicentesca di Ketel One, Savoia Aperitivo, strawberry gum, Verjus, smoky water e vanilla brew foam.



The Garden Lover – Guido della Gherardesca passava la maggior parte del suo tempo nel giardino inglese che oggi porta il nome della sua famiglia. Passeggiando tra colline, fontane e alberi secolari, ancora oggi si respira lo spirito romantico che lo ha sempre contraddistinto. Bareksten Aquavit, Leblon Cachaca, Pineapple Sage e zucchero di cocco.

I cocktail ad alta gradazione alcolica
The Merry Widow – Costanza era in realtà una Medici ed è proprio grazie a lei se la famiglia della Gherardesca si è potuta insediare in questo Palazzo, vivendoci per oltre trecento anni. Nonostante il marito Ugolino non le abbia potuto fare compagnia a lungo, la sua vita fu estremamente ricca di impegni, suddivisa tra due delle famiglie più potenti di Firenze. Bacardi Carta Blanca, Plantation 3 Stars, Mancino Vermouth Sakura, Chartreuse Verte, aceto di ananas.

The Humanist – Alessandra Scala è figlia di Bartolomeo, conosciuta in tutta Firenze per la sua raffinata intelligenza e cultura, ma soprattutto per l’eccellente interpretazione dell’Elettra di Sofocle, che amava recitare davanti ai suoi ospiti proprio qui, tra i cortili del Palazzo. Quando tutto tace, a volte sentiamo ancora la sua voce. Tanqueray Ten, Acqua Bianca “The Maestro”, alghe.

The Bartender – infine un cammeo, Edoardo Sandri interpreta sè stesso per allietare gli ospiti di un tempo ma soprattutto quelli d’oggi. Michter’s Rye, Siete Misterios Doba Yej, Amaro Lucano Essentia, Vetz Aperitivo e Tropical Air.
 
Come ogni anno, la nuova cocktail list rappresenta per noi un nuovo inizio: siamo curiosi di come la clientela locale e internazionale accoglierà questa selezione, alla quale accosteremo sempre il signature must have, il Vintage Negroni. Il nostro obiettivo è condividere una proposta di grande creatività che possa raccontare qualcosa di noi. È così che è nato questo compendio di storie di Palazzo, l’ennesima commedia fiorentina.” aggiunge Tommaso OndeggiaBar Manager di Atrium Bar.

Ogni cocktail ha il prezzo di 22 euro, ad eccezione degli analcolici (16 euro).

Four Seasons Florence

Redazione
Redazione
Wine and Travel

i nostri suggerimenti

Ti potrebbe anche interessare

it_ITItalian
Verified by MonsterInsights