Un viaggio esperienziale per conoscere l’Italia e il mondo attraverso l’universo del vino

La Famiglia Boscaini

da | 29 Lug 2020 | Storie di Famiglia

Profondamente radicata in Valpolicella Classica, una delle più vocate terre da vino italiane, Masi propone vini di pregio, espressione dei valori del territorio di origine (Venetian Values), utilizzando uve e metodi autoctoni delle Venezie, con costante aggiornamento tecnologico. In particolare Masi ha una riconosciuta expertise nella tecnica dell’Appassimento ed è considerata leader nella produzione di Amarone.

LA STORIA

La sua storia inizia alla fine del XVIII secolo, quando la famiglia Boscaini acquista pregiati vigneti nella piccola valle denominata “Vaio dei Masi”. Da qui prende il nome l’azienda, tuttora di proprietà della famiglia, che opera attivamente con la sesta e settima generazione.
Il suo presidente, Sandro Boscaini, è conosciuto nel mondo come “Mister Amarone”, per aver contribuito a creare con l’Amarone Masi un’eccellenza italiana.

Il 30 giugno 2015 Masi si quota in Borsa sul mercato AIM Italia, dedicato alle piccole e medie imprese. È la prima azienda italiana produttrice di vini di qualità ad accedere al mercato del capitale. Il timone resta saldamente in mano alla famiglia Boscaini.

Il filo conduttore aziendale è la creazione di un polo di eccellenze di territorio, unendo le migliori esperienze e tradizioni vitivinicole delle Venezie (Masi Historic Venetian Estates). Infatti Masi ha recuperato nobili casati nel Triveneto, legati dalla comune cultura e tradizione agricola e vitivinicola, avviando la gestione di alcune tenute di pregio nell’area originaria della Valpolicella Classica con i conti Serego Alighieri, discendenti di, e in Trentino con la Cantina dei conti Bossi Fedrigotti.

Parole che emozionano quelle di Sandro Boscaini: “Quando ci è stata prospettata la possibilità di acquisire i terreni di casate importanti abbiamo sempre evitato un freddo acquisto ma abbiamo puntato sul coinvolgimento. Che senso avrebbero queste vigne, questi casali, queste cantine, senza l’allure dei loro antichi proprietari? Mancherebbe loro l’anima. Quella che invece io ho dato anche all’Amarone”. Boscaini ha ragione. Il vino non è solo una bevanda ma è storia, cultura, armonia. E proprio dall’armonia nasce la sua idea di Amarone appena 40 anni fa. “L’Amarone è un vino antico”, chiosa sapiente il patron, “ma è molto giovane”.

Sandro e Raffaele Boscaini

Oggi siamo alla settima generazione della Famiglia Boscaini: accanto a Sandro Boscaini (presidente dal 1978), sono coinvolti in azienda i figli Alessandra e Raffaele, i fratelli Bruno e Mario e i nipoti Anita e Giacomo.

TERRE VOCATE

Masi da sempre seleziona le migliori terre vocate, storicamente scelte per la viticoltura, nelle zone pedemontane e collinari, ponendo particolare attenzione alla valorizzazione di singoli vigneti (crus) che esprimono l’eccellenza della zona e i cui vini ne portano il nome.
La produzione aziendale si basa su un contesto viticolo di oltre 1200 ettari, divisi in ettari di proprietà o gestiti in affitto, vigneti di conferenti convenzionati, piccoli produttori che storicamente producono per Masi seguendo i protocolli del Gruppo Tecnico.

Radicata in Valpolicella, Masi ha individuato altre terre con caratteristiche ambientali e pedoclimatiche adatte a produrre vini caratterizzati dall’utilizzo di uve autoctone e metodi di vinificazione che permettono di ottenere prodotti estremamente attuali.

LE VENEZIE

Nel Veronese i vigneti si trovano nelle zone classiche, con grande varietà di terreni vocati ed esposizione ottimale. A questi si aggiungono le storiche tenute dei Conti Serego Alighieri, discendenti del poeta Dante, con cui Masi collabora. In Trentino l’accordo con l’antica e nobile azienda dei Conti Bossi Fedrigotti ha dotato Masi di un vero château storico. Canevel, produttore di Spumanti di eccellenza in Valdobbiadene, fa parte del Gruppo Masi dal 2016. In Friuli Masi possiede l’ampia tenuta Stra’ del Milione nella zona di Castions di Strada.

LA TOSCANA

In collaborazione con Serego Alighieri, Masi ha acquistato la tenuta ‘‘Poderi del Bello Ovile’’ in Val d’Orcia, ai confini con l’area di Montalcino, segnando così il ritorno degli Alighieri in Toscana. Il vigneto è condotto con i metodi dell’agricoltura biologica e il vino che vi si produce è l’intenso e profumato rosso di Toscana Poderi BellOvile.

L’ARGENTINA

Masi ha scelto in Argentina, nella valle di Tupungato a Mendoza, l’azienda ‘‘Vigneti La Arboleda’’ per piantare uve autoctone delle Venezie accanto agli emblematici vitigni argentini Malbec e Torrontés ed applicare la tecnica dell’appassimento, tipica della Valpolicella, di cui Masi è riconosciuto specialista.
In questa tenuta totalmente ecosostenibile si pratica l’agricoltura biologica. Costituisce una riserva di biodiversità che Masi ha deciso di rispettare e valorizzare realizzando un percorso botanico visitabile.

Altre Storie di Famiglia che potrebbero interessarti

Famiglia Enio Ottaviani

Famiglia Enio Ottaviani

Un’azienda agricola nata sessanta anni fa, una squadra in giro per il mondo che racconta territorio e vino lasciando voglia di Emilia Romagna.

Famiglie Sacchet Zaccheo

Famiglie Sacchet Zaccheo

Era il 1967 quando due ragazzi giovanissimi, Giovanni Carlo Sacchet ed Antonio Mario Zaccheo fondarono la Carpineto.

Famiglia Masciarelli

Famiglia Masciarelli

Dal 2008, l’eredità progettuale di Gianni Masciarelli, a causa della sua prematura scomparsa, è stata assunta da Marina Cvetic Masciarelli.

Pin It on Pinterest

Share This