Cantine a fumetti

da | 13 Gen 2021 | News

fumetti

10 racconti a fumetti di 10 cantine toscane mostrano lo storytelling in versione giocosa.

L’opuscolo si intitola “Cantine a fumetti” ed è curato dalla Scuola Internazionale di Comics.

“Cantine a fumetti” è l’ultimo progetto di Violante Cinelli Colombini come Presidente del Movimento del Turismo del Vino della Toscana.

Carica che ha infatti lasciato un anno fa quando è stata eletta a guidare AGIVI, Associazione Nazionale dei Giovani Produttori di Vino.


La copertina del libretto è di Frank Espinosa.

Il fumettista cubano è stato Art Director della Warner Bros ed ha creato “Baby Loonie Tunes” e raffigura la vendemmia in una situazione fantasy dominata da azzurri e rosa.

CANTINE A FUMETTI CON LA STORIA DI CENERENTOLA FRA FIABA E VINO

La storia del vino Cenerentola è intitolata “Dopo mezzanotte”.

Ha la sceneggiatura di Giovanni Chiarini e i disegni di Angelica Regni.

Il racconto è ambientato proprio alla Fattoria del Colle, dove tre sorelle fanno assaggiare il loro vino al principe che deve scegliere quello da servire sulla tavola del Re.

Cenerentola, in grande ritardo, insegue il principe nella vigna mentre suona la mezzanotte.

Però inciampa e rompe la bottiglia.

Ma l’intervento delle fatine le consente comunque di offrirgli un calice.

Ovviamente però c’è un lieto fine.

Il principe sceglie il vino di Cenerentola per il Re e anche per il suo matrimonio lasciando immaginare un colpo di fulmine per la giovane produttrice.
L’opuscolo in soli 1.000 esemplari è stato diviso fra le 10 cantine partecipanti al progetto.

Violante e Donatella Cinelli Colombini lo hanno destinato agli amici più cari come segno di allegria e speranza in un Natale 2020 rattristato dal covid.

I FUMETTI E IL VINO

Il fumetto ha una lunga storia d’amore con il vino. Il più celebre fumetto enologico è il manga giapponese Kami no Shizuku – Drops od Good, che racconta della sfida fra due fratelli nella ricerca di 13 vini misteriosi che permetteranno al vincitore di mettere le mani sull’eredità del padre.

Poi c’è il concorso per vignette ad argomento enologico “Spirito di Vino” organizzato dal Movimento del Turismo del Vino del Friuli Venezia Giulia che richiama i cataloghi realizzati alla fine del Novecento dall’Enoteca Italiana.

Pin It on Pinterest

Share This