Un viaggio esperienziale per conoscere l’Italia e il mondo attraverso l’universo del vino

CONFIDENTIAL

Cuori diVini

Avrai il tuo tempo per andar lontano

da | 14 Giu 2020 | Confidential

Che strano parlare della persona che ha segnato l’inizio della mia professione da editore.

“L’editore è il più bel mestiere del mondo”, mi disse Marco Sutter durante il nostro primo incontro, presentandomi il magazine Food and Travel UK. C’è voluto poco per capire il senso di quelle parole… ricordo ancora le lacrime quando nel dicembre del 2015 avevo fra le mani la prima copia di quella rivista: ne guardavo i colori, annusavo la carta. Da allora ne abbiamo fatta di strada insieme, tra scontri editoriali, personali, di vita vissuta. Non l’ho detto spesso pubblicamente, ma ringrazio Marco, il mio direttore, per avermi fatto amare la carta stampata. Una persona buona, a volte troppo, di poche parole, uno spirito giovane ed innovativo, che ha respirato editoria fin da bambino grazie alla madre Sandra Rudoni, colei che ha diretto la rivista femminile “Intimità” fin dagli esordi,  rivolgendosi alle donne che avevano attraversato la seconda guerra mondiale un po’ più forti e un po’ più consapevoli di se stesse, del loro valore di persone autonome. Dopo anni in cui, con i mariti e i padri al fronte, hanno dovuto mandare avanti la famiglia da sole. 

CHI È MARCO SUTTER?

Sono una persona tranquilla e riflessiva, che ama il bello della vita. 

COS’È PER TE LA FELICITÀ?

È amare quello che fai.

QUAL È IL TUO LIBRO PREFERITO?

“Il nome della rosa” di Umberto Eco, sia perché amo il periodo medioevale, sia per l’alone di mistero che circonda il romanzo.

QUALI SONO LE TUE PASSIONI?

Prima di tutto il mio lavoro. Mi ritengo una persona fortunata, perché  amo la mia professione e questo mi gratifica ogni giorno. Poi lo sport in generale, ma soprattutto il golf. Infatti ho intrapreso un mio progetto personale legato al mondo golfistico, unendo la mia passione per questa disciplina sportiva alla necessità di creare un supporto al turismo sportivo.

LA TUA CANZONE PREFERITA?

“Avrai” di Claudio Baglioni.

LA PERSONA CHE STIMI DI PIÙ?

Non ho molta fiducia nel genere umano. Stimo me stesso.

I PIÙ GRANDI INSEGNAMENTI CHE TI HANNO LASCIATO I TUOI GENITORI?

Ho ereditato l’onestà da mia madre e la voglia di vivere da mio padre. Da entrambi, invece, la massima che c’è sempre una soluzione per ogni problema.

LA MAMMA È SEMPRE LA MAMMA. CHI ERA LA TUA?

Una brava persona che ha saputo raggiungere dal nulla mete difficili, quasi impossibili, in un periodo storico in cui la vita soprattutto professionale delle donne era piuttosto complessa.

CREDI NELL’ALDILÀ?

Credo in qualcosa di superiore che però in questa vita terrena non possiamo comprendere.

QUAL È IL TUO PIATTO PREFERITO?

Amo la pasta, soprattutto cacio e pepe. Un piatto invece che è legato ai miei ricordi d’infanzia è lo spezzatino con le patate.

COLORE DELLE CALZE?

Blu.

COME TI VEDI TRA DIECI ANNI?

Sento di avere ancora tante cose da fare, quindi spero che la salute mi accompagni per poter essere sempre in prima linea.

ESPRIMI UN DESIDERIO.

Raggiungere la serenità senza scendere a troppi compromessi.

DIRETTORE COSA FAREMO CON WINE AND TRAVEL?

Wine and Travel è un prodotto innovativo, una voce fuori dal coro che vuole esprimere freschezza in un settore che ne ha bisogno. È un nuovo modo di comunicare. E come tu, da editore sui generis hai voluto, deve arrivare alle nuove generazioni in maniera vera e diretta.

Pin It on Pinterest

Share This