12.8 C
Milano
21 Aprile 2024

Al via le Cene in Controluce sulle eccellenze del made in Italy

Author:

Category:

ADVspot_img

Per chi pensa che a Trastevere, fra i quartieri più storici nel cuore di Roma, esistano solo trattorie che offrono ai turisti la medesima scelta gastronomica, Controluce rappresenterà una sorpresa e una scoperta.

Il ristorante, frutto di un’amicizia trentennale sbocciata sui banchi dell’università, nasce con l’idea di differenziarsi dalle tante insegne trasteverine che propongono ai visitatori la stessa cucina e che hanno portato a considerare sempre meno il quartiere per un’esperienza culinaria autentica e di qualità. 

L’ambizione di Laura Marasà e Simona Mochi, fondatrici del locale, è quella di riportare i romani (ma non solo) ad appassionarsi alla cucina tipica del quartiere. «Quando i clienti stranieri ci chiedono gli spaghetti meatballs, capiamo che la strada è in salita – spiegano le due titolari – Così cominciamo a raccontare che la nostra idea gastronomica è diversa e, alla fine, quasi sempre riusciamo a convincerli; escono sorridenti e soddisfatti. Non è facile, ma a noi le sfide piacciono».

Nonostante l’inaugurazione risalga solo a un anno fa, Controluce ha già un’identità ben definita. L’imperativo in cucina è mettere nel piatto qualcosa di riconoscibile, proponendo una cucina moderna ma intima, lontana dai voli pindarici contemporanei. 

Il concetto di comfort è un aspetto alla base del progetto: il menù del ristorante è pensato con la finalità di far sentire il cliente a casa, facendogli ritrovare sapori e profumi delle ricette delle loro mamme e delle loro nonne, rinnovate attraverso tecniche di cucina contemporanea. Tra i must di Controluce, le grandi ricette regionali della nostra tradizione: baccalà mantecato, pasta alla Norma, caponata, stracotti di carne e paste con ragù di agnello o di lepre. Presente anche il mare con polpo grigliato, tonnarelli con aglio nero, battuti di gamberi crudi e pane al basilico. Non possono mancare, ovviamente, i piatti fondanti della tradizione romana: carbonara, gricia, amatriciana, gnocchi alla romana, ovetto in trippetta e abbacchio. I dolci sono tutti rigorosamente ideati e creati in cucina da Laura Marasà, che non ha mai dimenticato il suo primo amore: la pasticceria.

In linea con la filosofia del progetto, a partire da mercoledì 28 febbraio il locale organizzerà tre cene evento per conoscere sotto una chiave diversa e interpretare tre grandi eccellenze del made in Italy: l’olio evo, la pasta e il vino. Si chiameranno Cene in Controluce. «Il  nostro desiderio – spiegano Laura e Simona – è quello di promuovere le eccellenze italiane più autentiche, partendo da aziende che rappresentano delle vere e proprie chicche. Attraverso un menù dedicato pensato dai nostri chef e grazie alla presenza dei produttori, metteremo “in luce” gli aspetti più importanti del prodotto scelto».

Si comincia dunque il 28 febbraio con l’olio evo di Podere Tiberi, un podere nel cuore della Tuscia, a Cellere: 8 ettari di terreno tra colline, piccole valli e un bosco, con uno spazio dedicato a cultivar italiane e autoctone. Attualmente gli ulivi sono 1.500; l’85% è di varietà caninese, il 15% è diviso tra maurino, leccino e frantoio.

Gli oli extravergine di Podere Tiberi sono due: il Monovarietale Caninese (fruttato medio caratterizzato da sentori vegetali, di carciofo, radicchio, pepe e mandorla), e il Multivarietale Aurum(fruttato medio caratterizzato da sentori erbacei, di pomodoro, mela verde e note aromatiche come rosmarino e finocchietto selvatico). 

Per questa cena evento, che vedrà presente in sala Maria Clara Tiberi, giovane sommelier dell’olio che porta Avanti l’azienda di famiglia, gli chef di Controluce hanno ideato quattro piatti special realizzati con l’olio evo di Podere Tiberi: un antipasto, un primo, un secondo e un dolce. Queste le portate che verranno proposte: Tartare di Scottona, capperi, cipolla all’agro e puntarelle (olio Monovarietale Caninese); Reginette ai tre pomodori (olio Multivarietale Aurum); Baccalà Pil Pil (olio Multivarietale Aurum); Pan brioche e cioccolato (olio Monovarietale Caninese).

Verrà fornito, inoltre, l’olio per una degustazione in purezza. Ogni ospite della serata potrà scegliere se ordinare i piatti special o se attingere dalla carta del ristorante.

Indira Fassioni
Indira Fassioni
Food lifestyle editor, giornalista free lance. Ha fondato la testata Nerospinto, si occupa del canale Cucina di Tgcom24. Esperta di bon ton, curiosa e assetata di vita, considera "hai mangiato?" la dichiarazione d'amore più vera.

i nostri suggerimenti

Ti potrebbe anche interessare

it_ITItalian
Verified by MonsterInsights