Gamberi Rossi Di Mazara Del Vallo, Porro Fondente, Crema Di Cassis, Finger Lime

Chef

Rigels Tepshi

Stelle Michelin

Nessuna stella

Dosi per

2 persone

La ricetta dei Gamberi Rossi Di Mazara Del Vallo, Porro Fondente, Crema Di Cassis, Finger Lime è dell’Executive Chef Rigels Tepshi, Ottocentodieci Ristorante (Sannazzaro de’ Burgondi, Pavia)

Rigels Tepshi, classe 1990, è il giovane chef del ristorante Ottocentodieci all’interno dell’hotel Eridano 4* a Sannazzaro de’ Burgondi, in provincia di Pavia. Si definisce alessandrino, anche se il suo nome tradisce un’origine ben più lontana. L’Albania è la sua terra natale, ma l’arrivo in Italia a soli 6 mesi di vita ha fatto in modo che questo non fosse solo una terra d’adozione, ma la “sua terra”, quella che porta nel cuore, che vuole scoprire e da cui prende forma la sua cucina.

Dell’Albania non ho ricordi, non ho i profumi e le immagini, ero troppo piccolo quando l’ho lasciata. La mia cultura però mi ha lasciato qualcosa che custodisco gelosamente, il mio nome. Rigels infatti è una stella della Costellazione di Orione, una delle più luminose in cielo. Il fatto che esista qualcosa che brilla nel firmamento e porta il mio nome, l’ho sempre interpretato come un buon auspicio, un augurio per quello che verrà”.

INGREDIENTI

  • 10 gamberi rossi di Mazara del Vallo
  • 2 porri
  • 2 finger lime (agrume)
  • 200 cl di crema di cassis
  • 1 confezione di ribes freschi

Procedimento

  • Cuocere i ribes ad una temperatura di 55° C per un’intera notte e farli essiccare.
  • Pulire completamente i gamberi.
  • Lavare il porro e tagliarlo a losanga (in tronchetti diagonali), metterlo in un sacchetto sottovuoto con un pizzico di sale, una noce di burro e un rametto di timo. Cuocere al Roner (strumento da cucina che serve a realizzare la cottura sottovuoto) a 68° C per circa 30 minuti. In mancanza dell’attrezzo, cuocere in una casseruola con acqua e farlo sbollentare per circa 10/15 min. Dopodiché grigliare i porri con un filo d’olio.
  • Ridurre la Crema di Cassis in un pentolino per circa 3/4 minuti. 
  • Disporre 5 gamberi per ciascun piatto, adagiare le fette di porro fondente, il ribes, le gocce di Crema di Cassis e le perle di finger lime per conferire una nota di acidità. 

Photo piatto © Alberto Blasetti

Abbinamento

h

Nome

Villa Rinaldi Rosé Rosa Brut 2015 Sboccatura 2019

Consigliato da

Sofia Carta, Sommelier Forte Village Resort

Tipologia

Bollicina

Regione

Trentino-Alto Adige

Annata

2015

Denominazione

IGP

Gradazione

13%

Vitigno

Pinot Nero

Cantina

Villa Rinaldi

Temperatura di servizio

8° C
Il parere del Sommelier
Villa Rinaldi, Maison de Negoce Italiana capace d’interpretare con grandissima eleganza, la tradizione e innovazione spumantistica. Nata, o meglio rinata grazie al coraggioso Rinaldo Rinaldi, il quale ha saputo contagiare tutta la famiglia nella Sua grandissima Firma. Tempo, costanza e grande passione sono gli elementi fondamentali che contraddistinguono oggi l’azienda. La scelta qualitativa delle uve, Chardonnay e Pinot Nero dal Trentino e soprattutto dall’Alto Adige, la lavorazione artigianale in ogni pratica enologica, la cura e la ricerca delle Barriques regalano ad ogni bottiglia un preciso stile.
Rosé Rosa Brut
Pinot Nero 100%
Contatto con le bucce per 72 ore, matura 30 mesi sui propri lieviti e affina in barriques provenienti dal massiccio centrale francese per otto mesi. Dégorgement à la volée. Brillante buccia di cipolla dalla bolla fine ed elegante. Olfatto complesso che ricorda la rosa canina e i frutti rossi e note di vaniglia. Al palato è fresco, sapido di grande struttura; il suo finale è lungo e di grande finezza.

Altri abbinamenti e ricette che potrebbero interessarti:

Omaggio all’Italia

Omaggio all’Italia

Un “Omaggio all’Italia” di Riccardo Bassetti abbinato da Alberto Piras ad un Franciacorta Saten 2016 Cavalleri.

Pin It on Pinterest

Share This